cogito 1 In filosofia: Coniugazione del verbo latino cogitare, "pensare". Ovvero, "io penso". Nella filosofia di Cartesio la realt pi certa ed evidente che sopravvive a qualsiasi forma di dubbio assoluto. Per questo motivo, nel sistema cartesiano, il cogito, ovvero il "pensato", preso a fondamento delle successive deduzioni e dimostrazioni. Cartesio avverte infatti che anche volendo dubitare sulla verit di ogni realt, esiste sempre e comunque "un qualcosa" di certo ed evidente che in grado di produrre la volont di dubitare: questo qualcosa il cogito, il pensato che contiene ed esprime il dubbio. Nell'ambito del sistema dualistico della realt esposto da Cartesio, il cogito rappresenta quella res cogitans inestesa (inestesa perch priva di spazio definito) che si contrappone alla materia, la res extensa (estesa perch si estende nello spazio in modo definito). > Cogito ergo sum > Res cogitans, Res extensa.





  611
Contribuisci inserendo nuove descrizioni o nuove traduzioni!


a Splash company