Logo Splash Dizionario
Dizionario
 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
forcaiolo 1 (sm.) Derivante da " forca" strumento di uccisione usato sopratutto nel medioevo e ancora oggi in taluni stati retrogradi, come condanna per presunti reati commessi. Nel liguaggio comune indica una persona che accetta una giustizia sommaria e violenta, spesso e volentieri negando i diritti legittimi di difesa spettanti all'accusato; colui che ritiene colpevole a priori un accusato e nega lui il legittimo diritto da difesa; persona priva di conoscenze giuridiche che per antipatia o spiccia faziosità, dichiara la colpevelozza di un individuo prima che il sistema giudiziario abbia emesso un ponderato giudizio. Impiegato spesso per definire un organo giudiziario o un pubblico ministero che, al posto di cercare la giustizia e quindi semplicemente appurare i fatti, tende invece a negare, impedire, ostacolare i legittimi diritti costituzionali concernenti la difesa dell'imputato, curandosi solo di farlo condannare, indipendendentemente dalla sua reale colpevolezza. Impiegato spesso anche per definire la stampa che dipinge in maniera fosca l'imputato, denigrandolo e creandone un'immagine negativa, tesa ad influenzare l'opinione pubblica sulla sua presunta colpevolezza, sovente impiegando dati artefatti rispetto la realtà e privi di attinenza con il reato contestato.
Sinonimi: Giustizialista
Contrari: Garantista



forcaiolos

  7364
Contribuisci inserendo nuove descrizioni o nuove traduzioni!